Testata sito

 

PROGRAMMA DI LAVORO COMMISSIONE UE, APPROVATA RISOLUZIONE

Nel corso della seduta modificato il regolamento sulle attività funebri nella parte riguardante le sale del commiato. Via libera alla risoluzione sull'emergenza abitativa nelle aree terremotate. Disco verde per diverse mozioni

Con questo atto proseguiamo il lavoro volto a dare il nostro contributo alla formazione del diritto e delle politiche della Ue". Lo ha detto il presidente della II commissione, Gino Traversini (Pd), illustrando i contenuti della proposta di risoluzione, della stessa commissione, sul programma di lavoro della commissione europea per il 2017, approvata a maggioranza (contrari i consiglieri della Lega Nord, astenuta Leonardi di FdI) dal Consiglio regionale. Nell'atto vengono affrontati "sei dei dieci temi contenuti nel programma di lavoro della Commissione Ue per il 2017 in linea con quanto condiviso – ha spiegato Traversini – dai presidenti delle Assemblea legislative regionali nella seduta plenaria del 23 gennaio”.
Fari puntati, in particolare, su occupazione, mercato unico digitale, energia a basso impatto ambientale, unione economica e monetaria, nuove politiche della migrazione, approccio strategico nell'applicazione del diritto Ue. Il relatore di opposizione, Piergiorgio Fabbri (M5s), ha evidenziato che il movimento cinquestelle presterà particolare attenzione allo sviluppo delle proposte marchigiane su diversi temi tra i quali “economia circolare, mobilità sostenibile, diritti sociali e migrazione e formazione”.
“Abbiamo cercato di individuare, come II commissione, alcune priorità, come avevamo fatto scorso anno”, ha detto Piero Celani (FI) annunciando il voto favorevole. Jessica Marcozzi (Forza Italia) pur condividendo i contenuti della risoluzione ha evidenziato come a suo avviso l'Unione europea sia “un'entità distinta e distante”. Luigi Zura Puntaroni (LN) annunciando voto contrario ha parlato "di parole molto vuote. Noi come Lega siamo distanti all'Europa, e siamo molto distanti da questo documento”.

MODIFICATO IL REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA' FUNEBRI

Modificato, in apertura di seduta, a maggioranza il regolamento riguardante le attività funebri e cimiteriali nella parte riguardante le sale del commiato che d'ora in avanti dovranno essere distanti almeno cento metri dalle civili abitazioni. Le motivazioni della modifica illustrate dal relatore di maggioranza, Luca Marconi (Udc). “Non stiamo facendo nessun favore ai palazzinari”, ha detto riferendosi a una lettera inviata da Federcofit, la Federazioni nazionale del comparto funerario, “ma a chi vive nei palazzi”.
Per la relatrice di opposizione, Romina Pergolesi (M5s) “questo regolamento prevede limiti che potrebbero portare delle problematiche ad alcune aziende rispetto ad altre ”. Pergolesi ha chiesto un ulteriore passaggio in commissione, annunciando comunque l'astensione del gruppo cinquestelle.
Il consigliere Sandro Bisonni (Gruppo misto), che al momento del voto si è astenuto, ha affermato di non condividere la scelta, mentre Francesco Micucci (Pd) ha ricordato che si tratta di una proposta “che non nasce dal nulla, ma dal sollecitazioni arrivate dal basso”. E ha concluso: “Lettere come qualla di Federcofit, a mio avviso, meritano solo il cestino della carta”.
Luigi Zura Puntaroni (Lega nord): “Indipendentemente dalle lettere delle associazioni di categoria, penso che sia scontato che in certi contesti non sia pensabile l'istituzione di questo servizio. Ce lo dice il buonsenso”. Secondo Piero Celani (Forza Italia) si tratta di “un provvedimento che forse una decina di anni fa poteva creare dubbi, ma oggi no”. E ancora: “Bene i cento metri di distanza, dunque, ma invito questa aula ad andare oltre, individuando aree all'interno del territorio comunale dove fare le sale del commiato”.

EMERGENZA ABITATIVA NELLE AREE TERREMOTATE: RISOLUZIONE UNANIME

Via libera unanime del Consiglio regionale alla proposta di risoluzione della III commissione in tema di emergenza abitativa nelle aree terremotate.
Nell'atto si chiede alla giunta regionale di attivarsi presso tutte le sedi istituzionali competenti affinché venga riconosciuta ai comuni terremotati, mediante modifica della normativa statale o con un autonomo provvedimento del Capo di Dipartimento della Protezione civile, la “possibilità di disciplinare l'installazione in aree private, di manufatti temporanei e provvisori per un periodo superiore rispetto a quello di quello previsto dal Dpr n.380/2001 di novanta giorni, destinati ad essere immediatamente rimossi una volta terminata l'emergenza anche individuando eventuali procedure semplificate per il superamento del regime vincolistico esistente.

APPROVATE DIVERSE MOZIONI

Via libera a maggioranza alla mozione del consigliere Udc Luca Marconi “Disposizioni in materia di attestazione proprietà di beni immobili e mobili da parte dei cittadini extracomunitari”. Nell'atto si chiede alla giunta di attivarsi nelle sedi competenti per fare in modo che "i nostri Consolati possano rilasciare attestazioni relative alla situazione patrimoniale e reddituale del nucleo familiare dello straniero residente in Italia per conoscere l’eventuale proprietà di beni immobili e mobili personali e dei componenti del proprio nucleo familiare". Respinta la mozione del consigliere Maggi (M5s) "Fondo sostegno affitti".
Nel proseguimento dei lavori approvata all'unanimità la mozione proposta dal consigliere Boris Rapa (Uniti per le Marche) riguardante la realizzazione del nuovo carcere di Camerino. Nell'atto si chiede alla giunta regionale di intervenire “con urgenza presso il governo ed il commissario straordinario alla ricostruzione per fare in modo che la nuova struttura carceraria venga effettivamente realizzata nel Comune di Camerino e non altrove".
Disco verde unanime, dopo l'approvazione di un emendamento sottoscritto dal consigliere Piero Celani (FI) e dal capogruppo Pd Gianluca Busilacchi, anche per la mozione proposta dello stesso Celani riguardante la “Realizzazione della Strada Intervalliva del Piceno (cosidetta Mezzina) 1° Stralcio: Val di Tronto – Val Tesino 1° Lotto funzionale. Ammodernamento dal Km 1+850 al Km 6+010. Impegno a destinare le economie di spesa conseguite, al finanziamento della Sistemazione della sede stradale e delle migliorie nei tratti ancora da ammodernare lungo la S.P. Mezzina, compresa tra l’inserzione con la ex S.S. Salaria (Valle del Tronto) e l’abitato di Offida”.
Nel proseguimento dei lavori discussione abbinata di tre mozioni del gruppo Lega Nord e di un'interrogazione del consigliere Pd Giancarli sui vigili del fuoco. Le mozioni con alcune modifiche sono state approvate all'unanimità. Disco verde anche per la mozione del consigliere Sandro Bisonni (Gruppo misto) sulla "Sicurezza antincendio delle strutture sanitarie marchigiane".

INTERROGAZIONI E INTERPELLANZE

In apertura del consueto spazio dedicato alle interrogazioni, l'assessore Angelo Sciapichetti ha risposto a Boris Rapa. Al centro dell'interrogazione del consigliere di Uniti per le Marche i lavori avviati in pieno centro storico di Recanati per la realizzazione di una stazione radio base per il servizio di telefonia mobile Vodafone e Telecom.
Sempre l'assessore Sciapichetti ha risposto anche alle interrogazioni abbinate della consigliera FI, Jessica Marcozzi, in tema di erosione costa fermana ed elpidiense. L'esame degli atti ispettivi è proseguito con l'interpellanza del consigliere Cinquestelle Peppino Giorgini, sulle condizioni degli invasi artificiali in carico al Consorzio di Bonifica delle Marche, in particolare quelli di Mercatale, Castreccioni, San Ruffino, Gerosa, Rio Canale e Campofilone. Il punto della situazione affidato all'assessore Sciapichetti. All'interrogazione del consigliere Cinquestelle Piergiorgio Fabbri circa la cessazione dell'incarico del segretario generale, Fabrizio Costa, ha risposto il presidente della Giunta, Luca Ceriscioli, spiegando che Costa "si trova già in Cina" per il dipartimento del Tesoro, di fatto per "una scelta di vita”.
Delucidazioni sulla presenza o meno della Regione Marche al XXX edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino che si svolgerà dal 18 al 22 maggio sono state chieste con un'interrogazione dal consigliere Enzo Giancarli. Ha risposto l'assessore Moreno Pieroni confermando la partecipazione. La vicepresidente Anna Casini ha fornito chiarimenti al consigliere Gianluca Busilacchi riguardo i disagi che si verificano nell'Aeroporto Sanzio in caso di nebbia. Nel proseguimento dei lavori il presidente Ceriscioli ha fornito chiarimenti alla consigliera Romina Pergolesi (M5s) sullo stato di attuazione della legge regionale 22 gennaio 2013, n. 1 “Disposizioni organizzative relative all’utilizzo di talune tipologie di farmaci nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale per la somministrazione e la continuità terapeutica con il ricorso ai farmaci cannabinoidi”.


c.c.
Mercoledì 1 Marzo 2017
 

 
 
CONSIGLIO REGIONALE  Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298539  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy.

Accetto