Testata sito

 

IL SALONE DEL LIBRO GUARDA AL FUTURO INAUGURATO LO "STAND DELLE MARCHE"

A tagliare il nastro il Presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo: “Investire in conoscenza, talenti, educazione, significa investire per la crescita del nostro Paese. Il Salone del libro s'impegna per questa prospettiva e la nostra presenza testimonia quanto le Marche credano nel valore della cultura”.

Taglio del nastro nello stand delle Marche al 31esimo Salone del libro di Torino. Gli spazi espositivi di Giunta e Consiglio regionale sono stati inaugurati dal Presidente dell'Assemblea legislativa, Antonio Mastrovincenzo. “'Un giorno tutto questo...', il tema del Salone di quest'anno, interroga fortemente – ha evidenziato - l'immaginazione. I libri e la lettura sono fonte di conoscenza e stimolano la fantasia. Ci aiutano a essere più sicuri di noi stessi, a non cedere alle paure e a immaginare il futuro”. Secondo Mastrovincenzo “investire in conoscenza, talenti, educazione, significa investire per la crescita del nostro Paese. Il Salone del libro s'impegna per questa prospettiva e la nostra presenza testimonia quanto le Marche credano nel valore della cultura”. E ancora: “Alla trentunesima edizione della kermesse torinese le Marche si presentano con una qualità e quantità di iniziative tali da poter affermare che il nostro stand sia una sorta di 'Salone del libro' nel 'Salone del libro'. E di questo siamo particolarmente orgogliosi” .
Sono 37 le case editrici presenti e 10 i festival letterari ospiti dello stand marchigiano al Lingotto. Uno spazio espositivo di circa 100 metri quadrati, che nel corso di tutta la kermesse torinese ospiterà oltre sessanta eventi con dibattiti in diretta streaming e personalità del mondo della cultura, della musica e delle istituzioni. La grafica quest'anno è incentrata a valorizzare le Marche, le sue bellezze storiche e naturalistiche, e promuovere la conoscenza di personaggi illustri come Raffaello, Rossini, Leopardi e Lotto.
Nel corso dell'inaugurazione è stato proiettato il video promozionale della Biblioteca del Consiglio regionale sviluppato dagli studenti dei licei Rinaldini e Savoia di Ancona durante il periodo di alternanza scuola-lavoro a Palazzo delle Marche. Per tutta la durata del Salone la web tv del Consiglio regionale trasmette in diretta streaming quanto avviene nello stand. Per poter seguire le presentazioni e gli eventi basta collegarsi ai siti web della Regione e dell'Assemblea legislativa (www.consiglio.marche.it e www.regione.marche.it). Sempre nei siti web è posibile consultare il programma delle presentazioni, l'elenco degli espositori e vedere foto ed interviste realizzate nel corso della kermesse.

GLI EVENTI NELLO STAND

Il dibattito culturale è entrato oggi subito nel vivo con diverse presentazioni editoriali. In primo piano la drammatica situazione in Siria rappresentata attraverso l'opera di Laura Tangherlini “Matrimonio siriano”, un vero e proprio reportage in parole e video dvd realizzato dalla giornalista di Rainews24 che, nel corso della presentazione – alla quale ha partecipato il Presidente Mastrovincenzo - ha voluto sottolineare come i diritti d'autore derivanti dalle vendite della sua opera saranno devoluti ai progetti di “Terre des Hommes”, in favore dei bambini siriani che hanno bisogno di aiuto. Presentato sempre dal Presidente dell'Assemblea legislativa anche il festival “10 Heartz”, un progetto di Arci Macerata nei luoghi del sisma sostenuto dall'iniziativa “S'Illumina” di Mibact e Siae e realizzato in partenariato con Arci Ancona e Kindustria di Matelica.
Particolarmente ricco di appuntamenti il programma di domani. Tra i protagonisti la provincia di Pesaro-Urbino e la sua vasta offerta editoriale e culturale. In calendario le presentazioni del progetto di ricomposizione della biblioteca roveresca di Urbania, di un epistolario su Gioacchino Rossini, del festival “Letteraria” di Fano e di alcune pubblicazioni dell'Accademia Raffaello Sanzio, alle quali parteciperà il vicepresidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi.
La consigliera Elena Leonardi illustrerà due volumi per scoprire le Marche più “insolite” e “a misura di bambino” pubblicati dalla casa editrice Giaconi di Recanati. Anche il Garante dei diritti Andrea Nobili sarà nei prossimi giorni a Torino. Domani con Guido Catalano parlerà del progetto “Una pagina nuova”, sei appuntamenti con scrittori italiani negli istituti penitenziari regionali, mentre sabato presenterà la pubblicazione “Poeti in classe – 25 poesie per l'infanzia e non solo” (italic pequod edizioni, per la collana “La punta della lingua” diretta da Luigi Socci), da cui ha preso le mosse un'iniziativa che ha coinvolto diverse scuole marchigiane. A Torino torna anche quest'anno il giornalista Vincenzo Varagona con “Frate Mago”, che racconta attraverso numerose testimonianze la storia del monaco Gianfranco Priori. In programma, inoltre, la presentazione del volume curato da Fabio Ciceroni “Caro sindaco”, un carteggio con protagonista Mario Carafòli ispirato al paesaggio interiore marchigiano e legato al suo paese natale, Corinaldo. Sempre in tarda mattinata si parlerà di migranti insieme al presidente Mastrovincenzo. Lo spunto sarà il volume “Chi brucia. Nel Mediterraneo sulle tracce di Harraga” di Marco Benedettelli (Vydia edizioni), un diario di viaggio coinvolgente e appassionato dell'autore che ha seguito gli spostamenti, le speranze e le paure degli “harraga” termine arabo per indicare i migranti che bruciano i propri documenti d'identità prima di attraversare illegalmente la frontiera tentando l'ingresso in Europa.
c.c.


Giovedì 10 Maggio 2018
 

 
 
CONSIGLIO REGIONALE  Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298203  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421

INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web.
Scorrendo questa pagina, cliccando su Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy.

Accetto