VIA LIBERA AL RENDICONTO GENERALE DELLA REGIONE
Approvata in Aula anche la legge che disciplina la figura del Sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, istituita con modifica statutaria. In chiusura di seduta via libera alla Variazione al bilancio di previsione 2023/2025.

 immagine primo piano RENDICONTO 2022, VIA LIBERA IN AULA
Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la proposta di legge a iniziativa della Giunta regionale “Rendiconto generale della Regione per l’anno 2022”. Sul documento contabile, di cui relatrici sono le consigliere Jessica Marcozzi (FdI) e Marta Ruggeri (M5s), si è espressa con giudizio di parificazione la Corte dei conti lo scorso 26 ottobre. Per il 2022 il risultato di amministrazione ammonta a 823,64 milioni di euro, le entrate di competenza accertate sono pari a 5,18 miliardi, mentre gli impegni di spesa risultano 4,97 miliardi. Invariata la pressione fiscale, si conferma la riduzione dell'indebitamento. L'approvazione con 20 voti a favore, 8 contrari e 1 astenuto.

DISCIPLINA DEL SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE
Con l'approvazione a maggioranza della proposta di legge a iniziativa della Giunta regionale "Disciplina sottosegretario presidenza della Giunta regionale", relatori Andrea Assenti (FdI) e Fabrizio Cesetti (Pd), si conclude l'iter avviato dalla delibera statutaria, votata in seconda lettura lo scorso 28 febbraio, sull'introduzione della nuova figura. Tra i compiti del Sottosegretario quello di partecipare alle sedute della Giunta senza diritto di voto e di seguire specifiche questioni su incarico del Presidente, anche attraverso incontri e tavoli istituzionali. Può essere inoltre delegato a rispondere a interrogazioni discusse in Consiglio regionale. Qualora il Sottosegretario venga individuato al di fuori dei componenti dell’Assemblea legislativa, deve essere in possesso, stabilisce la legge, dei requisiti necessari per essere candidato al Consiglio regionale e non trovarsi nelle situazioni di ineleggibilità e di incompatibilità previste per i consiglieri regionali. La durata della carica non può eccedere quella della legislatura e la nomina può essere revocata prima della scadenza. Prevista, nel caso di incarico esterno, una indennità onnicomprensiva mensile pari al 75 per cento dell’indennità di carica dei consiglieri regionali. Per il triennio la copertura finanziaria è di 133mila euro. La pdl è stata approvata con 16 voti a favore e 7 contrari.

APPROVATA LA VARIAZIONE GENERALE AL BILANCIO 2023/2025
Il Consiglio regionale approva a maggioranza, con il voto contrario delle opposizioni, la proposta di legge a iniziativa della Giunta regionale "Variazione generale al bilancio di previsione 2023/2025". Il documento finanziario di cui relatori sono i consiglieri Renzo Marinelli (Lega) e Marta Ruggeri (M5s) riguarda variazioni compensative per la corretta collocazione di alcuni interventi (modifica di Missione e programma di riferimento), per l'autorizzazione di interventi già previsti nel bilancio, per la rimodulazione di stanziamenti finanziati con il ricorso al credito o con il margine corrente. Stabilita anche la rimodulazione tra leggi regionali dello stesso settore per consentire il pieno impiego delle risorse stanziate. Tra le modifiche lo spostamento di risorse nel settore sport e politiche giovanili e lo stanziamento di risorse nel triennio per corsi professionali universitari per la formazione dei medici. Votazione finale 17 voti a favore e 3 contrari.
L.V.
Mercoledì 29 Novembre 2023