Testata sito

 

CONSIGLIO IN DIRETTA/7

RICHIESTA DI UN INTERVENTO NAZIONALE PER L'HOTEL HOUSE: IL CONSIGLIO DA' IL VIA LIBERA La proposta di deliberazione è stata approvata con i voti favorevoli della maggioranza e del Movimento Cinque stelle. Contrari Lega Nord e Fratelli d'Italia, astenuti Forza Italia e Bisonni (Gruppo Misto). "Un segnale forte per il Parlamento" – ha commentato l'assessore alla protezione civile Sciapichetti. Per la consigliera regionale di Porto Recanati Elena Leonardi "Non è una soluzione seria, ma fumo negli occhi".

Via libera con 19 voti a favore, 3 astenuti e 4 contrari, alla proposta di deliberazione che chiede di inserire nel Bilancio statale la riqualificazione del complesso Hotel House di Porto Recanati. L'atto è stato appoggiato da tutti i gruppi consiliari della maggioranza e dal Movimento Cinque Stelle. Contrari i consiglieri della Lega Nord ed Elena Leoanardi, capogruppo Fratelli D'Italia. Si sono astenuti Forza Italia e il consigliere Sandro Bisonni (Gruppo Misto).
"E' un segnale forte per il Parlamento" – ha commentato l'assessore alla protezione civile Angelo Sciapichetti. "La visita della commissione e la proposta di cui stiamo discutendo credo abbiano avuto il merito di far capire che ci troviamo di fronte a una bomba a orologeria che potrebbe scoppiare da un momento all'altro – ha dichiarato Sciapichetti – Non è pensabile e onesto dire che il problema dell'Hotel House è un problema comunale. Ci sono due ordini di problemi esplosivi: il primo di salute pubblica, il secondo di ordine pubblico. C'è un'ordinanza del sindaco che chiede entro l'8 dicembre un adeguamento alle norme anti-incendio, dopo quella data c'è l'ordinanza di sgombero". "La prossima settimana – ha infine annunciato - ci sarà una riunione in Prefettura per definire la modalità di assegnazione del contributo di 100 mila euro." Il voto è seguito a un lungo dibattito, aperto dalla consigliera Elena Leonardi (Fd'I), secondo la quale la proposta in discussione "non è una soluzione seria, ma fumo negli occhi per i portorecanatesi e per gli inquilini dell'Hotel House, non sappiamo se sarà mai finanziata, che cosa o chi andrebbe a finanziare". Peppino Giorgini (M5s) parla di "Situazione gravissima, drammatica. C'è un problema di sicurezza e di salute pubblica, lo Stato deve intervenire per l'incolumità delle persone". Per Zaffiri "il sindaco e l'amministrazione comunale di Porto Recanati si devono attivare per ripristinare la legalità in quel territorio, la situazione è stata lasciata fuori controllo e non è pensabile che per una incapacità amministrativa e di controllo vengano utilizzati finanziamenti pubblici". Per Francesco Micucci (Pd) l'edificazione di quel complesso "è stata una follia urbanistica" e "il Governo e il Parlamento debbono farsi carico di questo problema e proporre una soluzione". "Situazione complessa e complicata" secondo Gianni Maggi (M5s), "Questa proposta di legge è un tentativo, altre proposte non le ho sentite. L'Hotel House e ormai diventato il monumento all'incapacità della politica, è una sconfitta degli amministratori". "Se noi pensiamo – ha sostenuto Sandro Bisonni (Gruppo Misto) – di spendere soldi pubblici per la messa in sicurezza dell'edificio, senza risolvere la problematica sociale, tra due anni saremo da capo". Per Piero Celani (FI) "è indispensabile, prima di fare investimenti pubblici di questo tipo, chiarire, stabilire la destinazione e la gestione futura". "I tempi sono impossibili per l'attuale Parlamento e questa consapevolezza dobbiamo averla – ha detto Enzo Giancarli (Pd) – , ma è un fatto positivo che si sta discutendo su questo aspetto, perché nelle Marche non possono esserci spazi di extra-territorialità. E' una questione di controllo, ogni organo dello Stato deve fare la sua parte per far sì che si possano dare delle risposte, per arrivare a sconfiggere l'opacità e far prevalere l'aggregazione". Prima della votazione finale è stato respinto con 16 voti contrari, 11 favorevoli e un astenuto un ordine del giorno a firma della consigliera Romina Pergolesi (M5s) per l'istituzione di un tavolo di confronto con tutti i soggetti istituzionali.
(l.v.)
Martedì 7 Novembre 2017
 

 
 
CONSIGLIO REGIONALE  Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298539  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy.

Accetto