Testata sito

 

VIA LIBERA ALLA MODIFICA DELLA LEGGE SUL TRASPORTO AEREO

L'Aula approva anche l'aggiornamento della disciplina del CAL e del CREL e la definizione di allevamenti nella legge sugli animali di affezione. In chiusura approvate all'unanimità mozioni su ampliamento della fascia di età nello screening dei tumori femminili, barriere architettoniche nelle stazioni ferroviarie, Marcia della Pace Perugia-Assisi e formazione dei biologi di laboratorio. In apertura gli auguri al nuovo Governo e l'invito alla collaborazione istituzionale.

Modifica legge sul trasporto aereo
Ammonta a 25 milioni e 50 mila euro la somma per la ristrutturazione della società
Aerdorica al vaglio della Commissione europea. Passa con 17 voti a favore ed otto contrari la proposta a iniziativa della Giunta "Modifiche alla legge regionale 13 del 7 aprile 2017 'Interventi urgenti per assicurare la continuità del servizio di trasporto aereo nella regione Marche'". L'atto, di cui sono relatori il presidente e il vicepresidente della commissione Bilancio, Francesco Giacinti (Pd) e Gianni Maggi (M5s), propone, accogliendo la richiesta dell'Amministratore unico di Aerdorica Spa Federica Massei, l'innalzamento del contributo per la ristrutturazione della società, con l'aggiunta dei 5.050.000 euro previsti per il funzionamento. Nella relazione introduttiva della proposta viene spiegato che l'AU della società, che gestisce l'aeroporto di Falconara con mandato ricevuto dall'assemblea degli azionisti per la predisposizione e il deposito del piano concordato ex articolo 186 della legge fallimentare, ha comunicato la necessità di questo aumento. "Questa proposta – ha precisato il presidente Giacinti – nasce in seguito a degli approfondimenti intercorsi sia sulla normativa concorsuale, sia sulla normativa comunitaria e gli orientamenti sugli aiuti di Stato. Ricordo che la legge 13 nasceva come tentativo di ristrutturazione della società, sottoposto al parere della Commissione europea, per evitare il giudizio degli aiuti di Stato. Questa condizione sospensiva ancora oggi non è conclusa e questo provvedimento è solo una riscrittura della legge dopo eventi successivi. La procedura concordataria è successiva a questa legge, non c'è una duplicazione di un intervento già fatto”. Critica la posizione del relatore di opposizione Maggi (M5s): "Non sappiamo nulla di quello che sta succedendo. Non siamo stati informati sui privati interessati all'acquisto, sulle procedure di vendita, non sappiamo nulla sulla redditività dell'aeroporto. Ci sono degli scioperi, sono stati fatti degli accordi tra Regione Marche e dipendenti, lo sappiamo dai giornali. Non viene rispettata la dignità dei consiglieri, ci chiedete di mettere un timbro su una carta di cui non ci avete informato".


Trasporto aereo: il voto finale è arrivato dopo un lungo dibattito.

Secondo il capogruppo della Lega Nord Sandro Zaffiri, presidente della Commissione consiliare d'inchiesta su Aerdorica, "questo è un problema strettamente legato alla maggioranza. I lavoratori si sono mobilitati, hanno scioperato, perché nonostante tutti i soldi arrivati in questi ultimi 10 anni, circa 100 milioni di euro, non percepiscono lo stipendio. I conti non tornano, esistono dei problemi nel management, il progetto non va bene. Abbiamo cercato di parlare con l'amministratore unico, ma non ha partecipato ai lavori della commissione d'inchiesta. L'Enac ci ha graziato, occorre rimodulare il problema degli aeroporti dell'Italia centrale. I marchigiani e gli imprenditori hanno bisogno di questo aeroporto, ma ci devono essere le condizioni per tenerlo aperto". Per il consigliere Enzo Giancarli (Pd) "l'aeroporto serve, seve ai marchigiani, alle imprese, al turismo, all'economia. Dobbiamo agire con molta determinazione perché l'aeroporto possa essere messo in condizione di svolgere il suo compito, con una prospettiva di stabilità. L'atto di oggi è chiaro, si tratta di spostare 5milioni e 50 mila euro, dal contributo del funzionamento, alla ristrutturazione, per la messa in sicurezza finanziaria dell'aeroporto". "La politica ha le sue responsabilità – ha sostenuto Piero Celani (FI) - Non si può accumulare 40 milioni di debiti senza accorgersene, senza prendere provvedimenti. Questa legge stravagante che non produce effetti, rappresenta il fallimento del progetto dell'Aeroporto, che purtroppo non è mai diventato l'Aeroporto delle Marche. Dovevano essere messi a sistema tutta una serie di altri servizi". Al dibattito è intervenuto il presidente della Giunta regionale Luca Ceriscioli. "La legge dà copertura a quello che chiediamo alla Comunità europea" – spiega Ceriscoli. Sull'individuazione di un acquirente, "un privato non investe su 40 milioni di debito, ma investe in una società ripulita, tutelata da un'approvazione della Commissione europea. Per poterci arrivare dobbiamo avere delle coperture, le procedure concordatarie non seguono l'anno solare, potrebbero scavalcare il prossimo anno. Non è detto che questa sia l'ultima modifica, perché se la procedura scavalca il 2019, dovremo riapprovare il finanziamento. Siamo convinti della funzione strategica del nostro aeroporto. Ci sono stati investimenti non solo da parte di operatori turistici, ma ha investito Lufthansa che ha triplicato i voli su Monaco, il secondo hub, dopo Francoforte, collegato con 3/4 del mondo. Ci ha investito DHL sulla logistica, per far diventare questo aeroporto uno dei principali punti di riferimento. Ci crede Msc Crociere. Quello che è chiamata a fare quest'Aula è garantire le coperture". Per la vicepresidente Anna Casini "abbiamo ereditato un bubbone di debiti che richiede diverse procedure". "C'è una procedura fallimentare, una procedura con la Comunità europea, non per farci dare i soldi dall'Europa, ma per avere la dichiarazione che non si tratti di aiuto di Stato. I nostri tecnici lavorano insieme ad Enac, alla Comunità europea e con tutti gli attori per evitare che si chiuda, un metodo di collaborazione che prima non c'era.". L'assessore Moreno Pieroni ha ricordato "l'attivazione, per la prima volta, di voli per la Lituania, l'Ucraina e l'Estonia".

Disciplina Consiglio autonomie locali e Consiglio regionale per l'economia e il lavoro

Sono due le modifiche introdotte dalla proposta a firma dei componenti dell'Ufficio di presidenza dell'Assemblea legislativa alla disciplina del CAL e del CREL appena approvata dall'Aula all'unanimità, con 25 voti a favore. "D'ora in poi - come ha spiegato il vicepresidente Renato Claudio Minardi, relatore della proposta - la rappresentanza nel Consiglio delle autonomie locali può corrispondere ad un'unica tipologia di ente locale". La seconda modifica prevede, per consentire ai due organismi di avere maggiore tempo a disposizione per esprimere i pareri sugli atti, l'assegnazione delle proposte contestualmente all'assegnazione alle competenti Commissioni consigliari, e non successivamente.


Animali di affezione: aggiornato l'articolo che definisce gli allevamenti di cani e gatti

Il Consiglio regionale ha approvato la proposta di legge "Modifica alla legge regionale norme in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo", a iniziativa del consigliere regionale Federico Talè (Pd). La normativa torna in Aula per aggiornare l'articolo dedicato agli allevamenti, sui quali è stato raggiunto un accordo nella conferenza Stato-regioni. "Per allevamento di cani e gatti per attività commerciali - recita la legge - si intende la detenzione, anche a fini commerciali di: un numero pari o superiori a cinque fattrici che producono complessivamente nell'arco di un anno un numero pari o superiore a venti cuccioli; un numero di cuccioli pari o superiori a trenta". La modifica, dopo un lungo confronto in Aula, è stata approvata con 17 voti a favore, 1 voto contrario, 1 astenuto.

Sessione ispettiva

Al quesito “Utilizzo dei proventi derivanti dalle sanzioni di cui all'articolo 22 della legge regionale n. 19/2007”, a firma del consigliere Sandro Zaffiri (Lega Nord), ha risposto il presidente Ceriscioli. Alle due interrogazioni successive, "Ritardo nell'erogazione dei contributi PSR per le annualità 2015, 2016 e 2017" del consigliere Fabbri (M5s) e "Mancata erogazione contributi Misura agricoltura biologica" della consigliera Elena Leonardi (Fd'I), ha risposto l'assessore all'agricoltura Anna Casini. Il consigliere Maggi (M5s) ha chiesto la motivazione del mancato espletamento dell'avviso pubblico "per un incarico quinquennale di Dirigente medico: Direttore di struttura complessa, disciplina chirurgia generale, per lo stabilimento di Macerata del presidio unico dell’Area Vasta 3 indetto con determina del direttore n. 636/Av3 del 14/06/2016 ". L'assessore al turismo Moreno Pieroni è intervenuto in risposta all'interrogazione dei consiglieri del gruppo Lega Nord “Adesione della Regione Marche alla sperimentazione del progetto "Bandiera Lilla" per la realizzazione di aree turistiche adeguatamente attrezzate per i disabili. Le ultime due interrogazioni discusse sono quella del consigliere Bisonni (gruppo Misto), “Ritardi del Bando pubblico per l'affidamento dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale”, e quella della consigliera Romina Pergolesi (M5s), “Linee di indirizzo procedurali ed attuative per l’attuazione della legge regionale n. 26/2017 concernente ‘Uso terapeutico della cannabis’”, alle quali ha risposto l'assessore Sciapichetti.

Via libera unanime dell'Aula a diversi atti di indirizzo in chiusura di seduta

In chiusura dell'ordine del giorno il Consiglio regionale ha discusso gli atti di indirizzo. Approvata all'unanimità la mozione "Abbattimento barriere architettoniche e sensoriali nelle stazioni ferroviarie" presentata dal consigliere Sandro Zaffiri (LN), che chiede "l'impegno ad intraprendere ogni azione utile nei confronti di Rete Ferroviaria Italiana - RFI, affinché sia nella stazione ferroviaria di Jesi che in tutte le altre stazioni delle Marche vengano realizzati interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali al fine di garantire la piena fruibilità dei servizi ferroviari da parte di tutti gli utenti". Via libera unanime anche alla risoluzione, a firma del presidente della commissione salute Volpini e della vicepresidente Leonardi, su "Scuole di Specializzazione di area sanitaria per i non medici. Tutela della figura dei biologi di laboratorio". La seduta è proseguita con l'esame della mozione a firma di tutti i componenti dell'Ufficio di presidenza (Mastrovincenzo, Minardi, Celani, Rapa, Carloni), “Adesione del Consiglio regionale delle Marche all'edizione straordinaria della marcia Perugia - Assisi dedicata alla promozione dei diritti umani, della pace e della fraternità", prevista il prossimo 7 ottobre. Approvate all'unanimità anche due mozioni abbinate sulla prevenzione dei tumori femminili dei consiglieri del Pd Giancarli, Volpini e Biancani, “Screening mammografico biennale gratuito rivolto alle donne di età compresa tra i 45 e i 49 anni di età” e “Attivazione percorso di esenzione per donne con mutazione BRCA1 e BRCA2”, ovvero mutazioni di geni alle quali corrispondono un maggiore rischio allo sviluppo di tumore mammario, carcinoma ovarico e tubarico.


In apertura di seduta gli auguri al nuovo Governo e l'invito alla collaborazione istituzionale

La seduta si era aperta, dopo la votazione di alcune modifiche all'ordine del giorno, con l'intervento del capogruppo del Movimento Cinque stelle Gianni Maggi che, ricordando il primo voto di fiducia al nuovo Governo previsto questa mattina, ha sottolineato che "da forza politica di maggioranza relativa, sarà nostro dovere e ferma convinzione considerare prioritari i diritti e gli interessi dei marchigiani rispetto a quelli di parte che provengono dalla contrapposizione degli schieramenti politici". "La mutata conduzione del Paese può essere l'occasione per tornare a mettere al centro della politica i cittadini e le loro famiglie, soprattutto quelle più fragili e tra queste quelle colpite dal terremoto". Di seguito è intervenuto il capogruppo del Pd Fabio Urbinati che dopo aver augurato "un grande in bocca al lupo alla nuova squadra di Governo", ha evidenziato la "grande assenza del tema del terremoto". "Ci aspettavamo qualche parola in più di qualche ministro, ci aspettiamo la visita di un rappresentante che possa diventare un punto di riferimento". "Auguri di buon lavoro" sono stati espressi anche dal consigliere Gianluca Busilacchi (Mdp – Art. 1) che ha richiamato i temi dei vaccini, "sui quali fortunatamente abbiamo una legge regionale", e la pdl sul reddito di inclusione, un tema sul quale teme "pericolosi passi indietro". Infine sono intervenuti il capogruppo della Lega Nord Sandro Zaffiri secondo il quale "eravamo abituati a un sistema di annunci e di taglio dei nastri, nella concretezza nulla, nulla nella sostanza. Probabilmente ora ci sarà un sistema diverso, al quale qualcuno non è abituato. Buon lavoro per guidare questo paese a lungo". L'assessore Moreno Pieroni (Socialisti - Uniti per le Marche) si è unito agli auguri al nuovo Governo. "Quando ci sono problemi dei cittadini da risolvere, dobbiamo essere il più uniti possibili – ha detto – Con il nuovo Governo dobbiamo aprire un confronto, sono sicuro che avrà una grande attenzione sulle Marche".
l.v.
Mercoledì 6 Giugno 2018
 

 
 
CONSIGLIO REGIONALE  Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298203  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421

INFORMATIVA

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web.
Scorrendo questa pagina, cliccando su Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy.

Accetto